; Studio Alberto Arrigoni | 3 – Se son rose…
 

3 – Se son rose…

3 – Se son rose…

La coincidenza tra la legge annuale di bilancio e l’imminenza del confronto elettorale ha scatenato la ricerca del consenso dell’elettorato a suon di sconti d’imposta, incentivi fiscali, agevolazioni e simili.

Per altro, quale miglior occasione di una legge complessa di bilancio a fine legislatura per proporsi come paladino della innovazione del momento?!

Dato che l’ecologia ed il verde sono un tema di moda, ecco che la legge di stabilità 2017 (legge monstre, con un art.1 di circa 1.200commi che contengono di tutto!) tra l’altro propone un bonus fiscale legato a spese di sistemazione a verde e realizzazione di coperture a verde di edifici abitativi.

I primi entusiastici commenti vedevano una esaltazione dei pollici verdi cittadini, l’avanzata di una civiltà bucolica ed una esplosione di fiori e decorazioni agresti; successivamente la portata del beneficio è stata ridimensionata, come è proprio dei fiori che perdono smalto.

Vediamo l’effettiva valenza dell’agevolazione:

intanto vale solo per il 2018, salvo proroghe sempre possibili;

la spesa agevolabile ha il limite massimo di € 5.000, e il beneficio è pari al 36% di tale spesa, per un importo di €1.800 da spalmare per 10 anni nella dichiarazione personale;

l’intervento deve riguardare la progettazione e la realizzazione di “sistemazioni a verde con anche la realizzazione di pozzi e/o impianti di irrigazione di aree scoperte private di unità abitative ovvero la realizzazione di coperture a verde o giardini pensili” e l’intervento può anche essere realizzato nell’ambito del condominio, rilevando quindi pro quota in base alla percentuale millesimale;

è richiesto che il pagamento (che deve avvenire nell’anno 2018 salvo che per il condominio) sia effettuato tramite mezzi tracciabili (bonifici o simili); per le spese condominiali il pagamento del singolo condomino deve avvenire entro il termine della dichiarazione dei redditi (sembrerebbe estate 2019!)

Non sono agevolabili, quindi, i fiori in casa mentre  rientrano nel beneficio i lavori sul balcone, terrazza e simili!

Avremo prospetti cittadini più belli a costo ridotto!

Tags: